Presentazione Scuola dell’Infanzia | Infanzia

La nostra scuola collabora con la famiglia per la formazione integrale ed armonica della personalità dei bambini dai tre ai sei anni di età per aiutarli a crescere liberi, responsabili ed attivamente partecipi alla vita della comunità. Il bambino è pienamente persona, impegnato in un processo di continua interazione con i compagni, gli adulti e l’ambiente in cui vive. La scuola mira perciò a traguardi di sviluppo in ordine all’identità personale, all’autonomia e alle competenze dei bambini (capacità sensoriali, percettive, motorie, sociali, linguistiche ed intellettive).

Importante, in questo percorso, è la presenza delle Figlie di Maria Ausiliatrice (salesiane di don Bosco), che collaborano con la nostra scuola da trent’anni e che ci aiutano non solo in particolari momenti della giornata, ma anche e soprattutto a dare uno stile educativo secondo il carisma di don Bosco.

 

Il nostro metodo

Il nostro metodo prevede l’articolazione di diverse attività: strutturate, libere, differenziate, progressive e mediate. In particolare sono valorizzate le attività di gioco, l’attività di gruppo, l’esplorazione, la ricerca, la vita di relazione, le mediazioni didattiche, l’osservazione, la progettazione e la verifica.

 

Progetti e laboratori.

Organizziamo laboratori che non sono da intendersi come luoghi attrezzati, ma come modalità diversa di fare didattica, che consente di passare dagli apprendimenti alle abilità, dalla teoria alla pratica.

Ogni anno Viene proposto un tema unico alle sezioni che viene diversamente sviluppato in relazione all’età dei bambini. A questo si affiancano diversi progetti per ampliare e qualificare l’attività educativa e didattica.

Alcuni esempi di progetti e laboratori:

  • Laboratorio del colore (sezione piccoli). Attraverso attività di vario tipo e restando collegati al tema generale dell’anno i bambini sono portati a fare esperienza del colore.
  • Laboratorio di musica. (tutte le sezioni). Prevede l’utilizzo della voce e degli strumenti per accompagnare i bambini alla scoperta del suono. Il laboratorio è condotto da Sara Bertani che opera già come insegnante specializzata di musica nella scuola primaria.
  • Psicomotricità. (tutte le sezioni).Il movimento è un bisogno fondamentale, momento indispensabile di costruzione e di sviluppo della persona. Il gioco motorio-corporeo e l’esplorazione motoria dell’ambiente sono finalizzate alla progressiva conquista di sempre maggiori competenze e autonomia.
  • A scuola in sicurezza (mezzani). Il progetto guida a far conoscere e a gestire le emergenze attraverso l’acquisizione di corrette modalità per evacuare la scuola. Inoltre si intende sviluppare atteggiamenti progressivamente corretti sui temi inerenti la collaborazione, la solidarietà e la prevenzione.
  • Biblioteca (mezzani). Percorso nel mondo dei libri per rendere più organiche e ricche le proposte di lettura, racconto e narrazione. Le attività incentivano la scoperta dei diversi generi per far nascere il gusto personale e consolidare il piacere di ascoltare le storie. Il percorso prevede anche il coinvolgimento dei genitori attraverso il prestito dei libri.
  • Progetto di continuità. In questo progetto sono coinvolti i bambini della sezione grandi (scuola dell’infanzia) e quelli di classe 1^ (scuola primaria). Il progetto favorisce il passaggio dalla scuola dell’infanzia alla scuola primaria.
  • Progetto di sensibilizzazione alla lingua inglese (grandi). Il progetto non mira ad un precoce insegnamento, ma avvicina i bambini alla lingua inglese attraverso il gioco e la narrazione. Il progetto è condotto dalle insegnanti di sezione, da George, il nostro amico burattino e da un’insegnante specializzata di Inglese.

Le feste sono momenti privilegiati, che vedono la partecipazione dei genitori alle attività insieme ai bambini, sono la festa di Natale e la festa di fine anno. Un altro avvenimento importante nella vita scolastica è costituito dalla solennità di don Bosco (31 gennaio).